<%@LANGUAGE="JAVASCRIPT" CODEPAGE="1252"%> Documento senza titolo

Una breve riassunto della
Sua Vita

(Nato il 6 ottobre 1950 - morto il 16 marzo1993)

Vive la sua infanzia a Marano dove la sua famiglia (il padre Angelo, la madre
Semenzato Lina, il nonno Semenzato Giuseppe e la nonna Margherita) gestiscono
un negozio al centro del paese.
Inizia a frequentare l’Asilo, le Suore per poi passare alle elementari e successivamente
alle medie.
Dopo gli studi obbligatori, consegue la laurea in Lettere e Filosofia all’Università degli
Studi di Venezia nell’anno accademico 1973-74.
Nel periodo scolastico è sempre attivo, partecipa a tutti gli incontri in parrocchia, fa parte
del gruppo “amanti della montagna” e partecipa a numerosissime escursioni.
Nei periodi di permanenza a Marano dei cappellani don Mario Marangon, don Gianni
Manziega e don Gianni Scatto è sempre tra i primi in ogni iniziativa paesana.
Nello sport si contraddistingue sempre, sebbene non assiduo praticante, dimostrando
capacità di coinvolgimento degli amici e dei compagni nella attività ricreative.
Nell’anno 1971 inizia la sua esperienza politica, prima come simpatizzante poi con rapida
carriera diventa:
segretario del Comitato Comunale del partito (anni 1970);
segretario di zona del partito (anni 1980);
segretario provinciale del partito (anni 1990).
Nell’anno 1985 viene eletto primo cittadino di Mira.
Ricoprendo questa carica si è distinto per essere il sindaco di tutti, soprattutto nelle grandi
opere che il comune doveva affrontare, impostando la politica del comune con lungimiranza
nel rispetto dei compagni e degli oppositori.
Nell’anno 1992 diventa Senatore della Repubblica nelle fila dei Democratici di Sinistra.
Nel 2001 viene proposto di dedicargli la nuova bretella stradale costruita a Marano.
L’idea viene immediatamente accolta e la via porta il suo nome.